Intercettare i difetti peri-implantari - I fattori chiave per accelerare la guarigione

Prof Anton Friedmann

ABSTRACT

Il CLEAN&SEAL® è stato impostato per migliorare i risultati nella terapia non chirurgica delle mucositi e dei difetti Periimplantari. Il metodo combina lo scaling meccanico delle superfici implantari con il debridement chimico, supportato dall'applicazione di Clorammine (PERISOLV®) nelle tasche periimplantari.®Dopo questa procedura combinata, la tasca verrà sigillata applicando l'acido ialuronico (HYADENT BG, REGEDENT AG, CH). L'efficacia del concetto nel trattamento delle mucositi è stata clinicamente approvata e sono disponibili studi clinici che confrontano questo approccio con il solo trattamento meccanico. Lo studio di ricerca recentemente pubblicato si è concentrato sull'impatto biologico di HYADENT BG sulla rigenerazione parodontale. Sia uno studio pre-clinico che uno studio RCT hanno chiaramente confermato, rispettivamente su base di parametri istomorfometrici e clinici, un contributo soddisfacente dell'HA nella formazione di nuovo attacco parodontale.

Nel caso di difetti periimplantari infraossei profondi, risulta necessario adottare un approccio chirurgico, finalizzato ad una risoluzione sufficiente dell'infiammazione e al concomitante rimodellamento osseo periimplantare. Pertanto, abbiamo proposto una combinazione del concetto CLEAN & SEAL® e un accesso a lembo aperto esteso da GBR per rigenerare l'attacco osseo mancante. Il materiale di innesto introdotto per questo scopo è la matrice di collagene reticolato, uno xenoinnesto di origine (OSSIX® Volumax, REGEDENT GmbH, DE). L'evidenza affidabile degli studi pre-clinici e delle osservazioni istologiche sull'uomo hanno dimostrato la probabilità che questo xenotrapianto si ossificasse. Nella nostra serie di casi clinici applicando il concetto chirurgico CLEAN&SEAL® e GBR osserviamo regolarmente il ripristino dell'attacco osseo periimplantare mancante a livello radiografico dopo un periodo di guarigione da 6 a 12 mesi. I siti ricostruiti appaiono clinicamente sani senza segni di sanguinamento e i pazienti riferiscono una importante desensibilizzazione della mucosa marginale da carico masticatorio e durante l'esecuzione di procedure di igiene orale.